lunedì 31 agosto 2015

ALLE MIE COLLEGHE

BUON INIZIO

I MIEI PENSIERI 


SON FINITE LE VACANZE
NUOVO ANNO, NUOVE SPERANZE
A NOI MAESTRE VOGLIO AUGURARE
DI SAPERCI REINVENTARE
IN OGNI SITUAZIONE
IN OGNI MOMENTO
TROVARE SEMPRE
UN ARRICCHIMENTO.
FACCIAMO TUTTE ATTENZIONE
ALLA SUBDOLA COMPENTIZIONE
NON PORTA A NULLA ,
NON PORTA A NIENTE
DISTRUGGE SOLO IL NOSTRO AMBIENTE.
CON I BAMBINI POI , NON CI VUOLE MOLTO:
AMORE SICERO E TANTO ASCOLTO.
BASTA CHE  UN ABBRACCIO  SIA CONDIVISO
A FAR NASCERE IN LORO, UN GRANDE SORRISO.
CERCHIAMO IN NOI GIOIA E PAZIENZA
NON DIAMO RETTA ALL'INDIFFERENZA
E CERTA CHE SARÀ
UN ANNO REDDITIZIO
FACCIAMO UN SOSPIRO....E BUON INIZIO.



                                        La maestra Francy

lunedì 17 agosto 2015

IL BAMBINO E LA FOGLIA. STORIE IN RIMA

AUTUNNO

Ed ecco la seconda storia in rima riguardo l'autunno. Qui si parla di un dialogo tra un bambino ed una foglia...la foglia ha molte cose da insegnare al piccolo bimbo curioso.

STORIE IN RIMA

IL BAMBINO E LA FOGLIA


Perché mi guardi con quell'aria imbronciata?
Perché prima stavi sull'albero e ora sei cascata
Ma non ti sei fatta male cadendo senza scale?
Bambino mio sono una foglia
tu credi che la scala voglia?
Non la vuoi ? E perché? 
Non sarebbe più facile per te ?
A me piace leggera volare
volteggiare nell'aria che sembro danzare
Mi piace essere cullata dal vento
che poi a terra mi posa contento.
E ora che sei qui che farai?
Di certo un po ti annoierai!
Ci son le altre foglioline
le mie care sorelline
insieme un lungo sonno faremo
e in primavera ci sveglieremo.
Saremo forti e belle come non mai
saremo diverse , non mi ricinoscerai.
Ma se riconoscerti non potrò
Vuol dire che mai più ti troverò?
Se a primavera qui passerai
guarda sull'albero e mi vedrai.
Certo, sicuro che lo farò
ma tra le foglie ti troverò?
Se alzerai   il tuo viso
vedrai tra le foglie un sorriso
Sarò io che ti saluto
e che ti dico " Benvenuto "
Ecco così ci troveremo
e mai più ci lasceremo
e quando in autunno ritornerò giu
ad aspettarmi ci sarai tu.
Che bella cosa fogliolina mia
ti porterei a casa mia,
ma lo so , non puoi venire
devi proprio andare a dormire.
Allora ti cullo nella mia manina
dormi bene , mia  fogliolina.
La mestra Francy

Qui trovi la storia in rima   LO SPAVENTAPASSERI
                       E la poesia SONO L'AUTUNNO

SONO L'AUTUNNO AUTUNNO

AUTUNNO

Passare le ferie a casa non ha poi tutti i lati negativi, in questo periodo ho avuto la possibilità di dedicarmi , oltre che a mio maritino ingessato, anche ai miei blog ed ecco che vorrei postare qualcosa sull'autunno in previsione che saro' poi impegnatissima con l'inserimento di un'intera classe e non so come saro' messa.
Quello che sto per pubblicare l'ho scritto lo scorso anno per i bimbi di 5 anni, a loro é piaciuto molto e ci abbiamo lavorato anche tanto, sul blog http://www.conlamaestrafrancy.blogspot.com troverete le attività che abbiamo fatto in autunno.

Questa é la poesia, poi ci saranno 2 storie in rima.

STORIE IN RIMA : LO SPAVENTAPASSERI
     STORIE IN RIMA:IL BAMBINO E LA FOGLIA


POESIA



SONO L'AUTUNNO

Sono l'autunno , mi presento
son tornato e son contento
Quando arrivo l'estate va via
ma anche io porto allegria,
lei ha i suoi fiori profumati,
Io i miei alberi colorati.
Son la stagione dai mille colori,
dipinta anche da molti pittori.
I miei paesaggi son variopinti
sono reali ma sembrano finti.
La frutta , poi, é una meraviglia
piace davvero ad ogni famiglia.
C'è anche il bravo contadino 
che raccoglie l'uva e ne fa buon vino.
I funghi nel bosco son numerosi
ma stiamo attenti che non sian velenosi.
Gli animaletti andranno a dormire
ora fan le scorte , a non finire.
Io la natura preparo al riposo
e dirvi di più adesso non oso.

                               La maestra Francy


LO SPAVENTAPASSERI STORIE IN RIMA

Non si puo, chiamare poesia , ne filastrocca ecco la storia di un bambino che incontra uno spaventapasseri. Cosa si diranno mai....

LO SPAVENTAPASSERI

STORIE IN RIMA



Qui puoi trovare la poesia sull'autunno SONO L'AUTUNNO
                                                E qui la storia in rima IL BAMBINO E LA FOGLIAl

sabato 8 agosto 2015

LA STORIA DI LUNA E SOLE.

IL SISTEMA SOLARE

L'ANGOLO DELLE MIE STORIE




STORIE SUL SISTEMA SOLARE



LA STORIA DI LUNA E SOLE




Molti anni fa non esisteva il giorno e la notte
C'era tanta confusione ,tutto doveva mettersi al suo posto
Ma proprio non si sapeva come fare.
C'erano pero' due grandissimi amici: Il Sole e La Luna.
IL Sole era bellissimo,era forte e  aveva i capelli lunghi e gialli.
La Luna sembrava una principessa anche lei con  bellissimi capelli ma neri e la carnagione chiara.
I due amici si volevano molto bene e stavano sempre insieme
Erano molto buoni ed altruisti sempre pronti ad aiutare chi avesse bisogno di loro.
Ma erano preoccupati che non esistesse il giorno e la notte
perché la terra aveva bisogno sia dell'uno che dell'altro.
Pensarono e pensarono fino a quando decisero che loro
avrebbero fatto qualcosa.
" Andremo a vivere nel cielo " disse il Sole alla Luna
"Ma come facciamo ad arrivvare fin li ?Non abbiamo le ali!"
" Lo chiederemo a Fata Energia , lei ci dirà cosa cosa dobbiamo fare."
Cosi il Sole e La Luna andarono dalla Fata.
Lei disse che esisteva solo un modo per salvare la situazione
ma che questo li avrebbe separati per sempre:i l Sole doveva splendere  di giorno e La Luna illuminare la notte.
I due amici restarono un po perplessi , la decisione era difficile da prendere, ma poi la Luna disse:
Se é per il bene dellaTerra ci sacrificheremo ma ti chiediamo solo un favore"
" Dimmi  dolce Luna " rispose Fata Energia,
"Dacci solo la possibilità di incontrarci e salutarci ogni giorno anche solo per un momento "
" Va bene allora vi darò due momenti pieni di magia ,solo per voi che si chiameranno
Alba e Tramonto, "
" Grazie Fata Energia questo basterà per darci la forza di splendere per gli uomini"
A quel punto la Fata sentenzio':
" Tu Sole sàrai il re dell'universo, oltre a splendere riscalderai gli umani, le piante, gli animali e regalerai felicità portando via le tenebre.
E tu Luna sarai la principessa dell'universo , con te il buio non esisterà più, sarai accompagnata dalle stelle che esalteranno la tua bellezza.
Ora datemi la mano che vi accompagnero'"
E cosi Sole e Luna dal quel giorno brillano in cielo per noi ,regalandoci la Notte e il Giorno ed incontrandosi solamente durante l'Alba e il Tramonto.E quando vedete che la luna non é tutta tonda é perché ci sta regalando il suo sorriso.







lunedì 3 agosto 2015

I GIORNI DELLA SETTIMANA ...UNA PIANTINA

I GIORNI DELLA SETTIMANA

Spesso mi trovo a cercare poesie o filastrocche sui giorni della settimana , stavolta ho pensato di scriverne una io ... vediamo cosa riesco a fare...







UNA PIANTINA


LUNEDI                   pianto un semino 

MARTEDÌ.          lo annaffio un pochino

MERCOLEDÌ.     sto a guardare

GIOVEDI             inizia a spuntare

VENERDÌ            nasce una foglia

SABATO.             aspetto che germoglia

DOMENICA        mattina volevo  prorio la piantina


                             Ma non basta una settimana
                             per  fare una pianta bella e sana
                             Allora io la curero' tanto
                             lei crescerà e sarà un'incanto.

                                                                      La maestra Francy

sabato 1 agosto 2015

BABBO NATALE...UN SOGNO SPECIALE

Poesia

Natale





BABBO NATALE…UN SOGNO SPECIALE

Ma non é giusto, Babbo Natale
che prendi freddo ogni natale,
non sarebbe bello se per una volta noi venissimo da te
per coccolarti e fatti sentire come un re ?
Per portarti i nostri doni
e dimostrarti che siamo buoni ?
Insieme ,  tutti i bambini del mondo
faremo un grande girotondo
Con gli occhi chiusi penseremo al nostro ” nonnetto “
e in un baleno saremo davanti al tuo caminetto.
Mentre i folletti ci portan i dolcetti
ti ricopriremo di  coccole e di teneri bacetti.
Babbo Natale , pensaci un pochino
non sarebbe poi  cosi male
se per una volta fai tu il bambino.
Sarebbe una festa favolosa
e tu potrai chiedere davvero
qualsiasi cosa.
Ti sentiresti davvero speciale
anche se sei tu Babbo Natale .
Sentirai il nostro cuore che dice
” Siamo contenti di farti felice “
e nei nostri occhi leggerai
” Babbo Natale , non ti scorderemo mai “.

La maestra Francy


Traduzione di Paula Cristina 






LO SCHEMA CORPOREO...IL VISO

Il  VISO

LO SCHEMA CORPOREO

Vorrei cambiare argomento e passare allo schema corporeo e più precisamente a quella fase in cui il bambino passa dallo scarabocchio alla realizzazione del proprio viso, poi del corpo e poi via via di ciò che lo circonda prendendo coscenza di se nello spazio e nella realtà.
Per loro una breve poesia o filastrocca in modo da facilitare l'impresa.

IL MIO VISETTO







Disegnare un bel visetto?
Non é difficile , chi lo ha detto?
Lo puoi fare in un secondo
gira gira fai un bel tondo...
Ora metti due cerchietti:
questi sono i tuoi occhietti
Poi al centro un bel puntino,
ecco fatto il tuo nasino
Sulla testa i capelli,
colorati saran più belli,
Gia, le cose son parecchie...
non scordiamoci le orecchie
Per completare , poi,  la bocca
É  finita la filastrocca.

                       La maestra Francy